Bhishma

Assiduo anatomista della mostruosa fissità del mare, Non puoi ancora vederlo sermoneggiare al riparo della nuca, a fior di labbra, Legato dal serico filo dell’immutevole. Le parole escono asciutte Senza che le turbi l’ennesimo volo di coppie griffate e tatuate, Quali colombe dal cliché chiamate Delle foto al tramonto: “Dài donne” strillano i cedroni, gli […]